Video Thumbnail
ENG
ITA

According to research by the American Academy of Pediatrics the number of cases of acute depression has increased exponentially in recent years in line with the type and frequency of content consumed on social networks: beautiful women, rappers, influencers, expensive footwear… all things that increase our sense of inadequacy, make us aspire to pre-packaged lifestyles and distract us from the things the really want whether that’s sentimental, personal or professional.

We’ve transformed the simple scrolling gesture into a perpetual and daily masochistic ritual.

So as someone who works in this digital reality, I feel compelled to do something about this silent problem.

Deep Scrolling is an artistic, social movement that aims to positively change our relationship with social networks by transforming them into an inspiring and therapeutic habit. A new digital lifestyle: Unfollow people who post useless stuff and start following people who post art.

In this way, art can finally return to where it was before and take us to unexplored corners of our souls, places that are so deep they can often only be accessed through images.

It’s a new way of conceiving a movement because it didn’t start with a group of artists with the same vision but from the collective artistic needs of anyone and everyone including those with the most distant points of view.

Becoming a Deep Scroller is simple, but it requires determination and precision, using social media as a cure and not a condemnation.

The actions you need to take:

- Stop following all those profiles that create unrealistic aspirations, a sense of frustration, and dissatisfaction that inhibits you from discovering your true nature.

- Open yourself up to a new way to conceiving human artistic endeavours, the most profound expression of man’s subconscious desire to take us to places our minds are not used to navigating, bringing new energy to our connected neurons so we may observe the effect this exerts over time.

- Start following Art profiles, or anyone who posts art. This could be visual, contemporary, historical, literal or cinematic. Artists themselves or third parties, start following whoever posts content you feel could be deeply useful for your daily inner revolution.

- Become promoters of beauty by sharing content on your own social profiles that you would like to be as useful to others as they were for you, thus becoming useful profiles to follow and bringing back a more human meaning to the now digitized word "Sharing"

- Use the Hashtag #DEEPSCROLLING for each of your artistic sharing actions, so that the next Deep Scroller can follow the Hashtag itself and receive your purposeful input into the universe. In the hope that this initiative is transformed into a gateway towards a new dimension made of love, creativity and the desire to explore oneself.

Personally, to help you, I’m going to dedicate some of my Instagram Stories to recommending contemporary artists that I find particularly stimulating. I hope they will resonate with your own frequencies, and wish you the most incredible journey towards what’s most appropriate for you.

I love you.
Federico Clapis

Secondo alcuni dati statistici, i casi di depressione giovanile registrati negli ultimi anni sono esponenzialmente aumentati in relazione alla scarsa qualità di contenuti fruiti spasmodicamente sui social network.

La pressione provocata da rappresentazioni poco realistiche del corpo e da ambienti luxury in clima di continua festa, promossi da profili seguiti da milioni di utenti, sembrerebbe stimolare profonde crisi depressive o peggiorare condizioni di disagio preesistenti, trasformando lo scrolling quotidiano in un subliminale e continuo atto masochistico.

Da addetto ai lavori di questa realtà digitale, mi sento in dovere di inventare una soluzione a questo problema poco in luce.

Il Deep Scrolling Movement è un movimento artistico e sociale volto a trasformare il nostro approccio ai social network in un atto terapeutico, ribaltando così le nostre abitudini in una direzione propositiva, un nuovo stile di vita digitale: via il follow a tutte le persone che postano cose inutili e devianti, e dentro solo profili che postano ARTE.

Così che quest’ultima possa tornare a ricoprire il suo ruolo ancestrale: portarci all’interno di parti inesplorate di noi stessi, in ambienti così intangibili che possono essere rievocati forse solo attraverso le immagini.

Un nuovo modo di concepire un movimento, che non sorge, come in passato, dall’unione di un gruppo di artisti con un’univoca visione, ma da un’esigenza artistico-collettiva di chiunque, in grado di accomunare anche le visioni più distanti.

Diventare un Deep Scroller è semplice, ma necessita di determinazione e accuratezza, rivisitando i social come una cura e non come una condanna.

Le azioni da compiere:

- Togliere il follow a tutti i profili che sentite creare in voi aspirazionismo forviante, senso di frustrazione, insoddisfazione, e che vi allontanano dalla scoperta della vostra vera natura più intrinseca.

- Aprirvi profondamente a una nuova concezione di ogni gesto Artistico umano, come espressione più profonda dell’uomo e mezzo per veicolarci altrove, là dove la nostra mente non è solita navigare, portando così nuova linfa vitale tra le nostre connessione neuronali e osservandone l’effetto che tutto ciò esercita nel tempo.

- Iniziare a seguire profili d’Arte, chiunque posti arte. Che possa questa essere visiva, contemporanea, storica, letteraria, cinematografica. Che siano questi direttamente artisti o figure terze, iniziare a seguire chiunque divulghi contenuti che sentite possano essere profondamente utili alla vostra quotidiana rivoluzione interiore.

- Diventare voi stessi divulgatori di bellezza, iniziando a condividere sui vostri profili social contenuti che vorreste fossero utili al prossimo come altri lo sono stati per voi, diventando così profili utili da seguire e restituendo significato umano all’ormai digitalizzata parola “Condivisione”.

- Utilizzare l’Hashtag #DEEPSCROLLING per ogni vostra azione di condivisione artistica, così che il prossimo Deep Scroller, seguendo l’hashtag stesso possa ricevere il vostro input propositivo immesso nell’universo. Che quel cancelletto possa trasformarsi in una porta d’ingresso verso una nuova dimensione, fatta di amore, creatività e desiderio di esplorare se stessi.

Come piccolo aiuto, ogni giorno suggerirò attraverso le Instagram Stories del mio profilo, artisti e profili che trovo interessanti, sperando possano risuonare alle vostre stesse frequenze.

Altresì vi auguro una buona esplorazione verso ciò che può essere a voi più consono.

Vi voglio bene.
Federico Clapis